Diverse sono le tradizioni mantenute negli anni per la celebrazione della Pasqua in Abruzzo. In particolare vi segnaleremo le più affascinanti e importanti che caratterizzano il triduo pasquale.

Sulmona è città dalle grandi manifestazioni per la Pasqua. Esse hanno spesso origini antiche provenienti proprio dai pagani e successivamente convertite in tradizione cristiana. Il Venerdì Santo è possibile partecipare alla processione del Cristo Morto accompagnata dai confratelli dal saio rosso, orchestra e coro con composto da oltre 100 cantori.

Evento particolarmente seguito è quello della “Madonna che scappa” la mattina della Domenica di Pasqua. Verso mezzogiorno in Piazza Garibaldi è possibile assistere alla suggestiva tradizione che vede una Madonna vestita a lutto che scorgendo il figlio Gesù Cristo risorto corre verso di lui liberandosi dell’abito nero e facendo volare alcune colombe.

Anche a Chieti la processione del Cristo morto raduna migliaia di visitatori da tutte le regioni limitrofe. Interessante è il percorso scandito da violini che riproducono il Miserere di Selecchy.

Oltre a questo sarà possibile trovare la Sacra Spina a Vasto, la Passione Vivente e Gessopalena e la Via Crucis di Guardiagrele.

Sempre il Venerdì Santo ad Atri, uno dei centri storici più interessanti dell’Italia centrale, sarà possibile assistere alla processione del Cristo morto partendo dalla Concattedrale e proseguendo prima di farvi ritorno attraverso le vie della città.

Sin dalle 4 del mattino, a Teramo, si svolge la processione dedicata alla Madonna addolorata in memoria e ricordo del dolore provato dalla madre del messia alla ricerca del figlio morto.

L’Abruzzo insieme alle tradizioni religiose offre una serie di eventi collaterali e collegati che permettono di conoscere tante piccole città d’arte, musei e siti storici di rilievo.

La natura di questa regione, tempo permettendo, garantisce divertimento anche per chi desidera passare la Pasqua all’aria aperta approfittando del primo sole lungo l’Adriatico oppure noleggiando una bici per percorrere le piste ciclabili in mezzo al verde.

Locali, ristoranti e alberghi sapranno indicare le principali attrazioni del luogo, facendo scoprire importanti tradizioni religiose e culinarie del periodo di Pasqua.