Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, si estende su oltre 150.000 ettari ed è uno dei parchi più grandi in Italia. Gode di una ricchezza naturalistica che attraversa le sue montagne cambiando in ogni versante. All’interno della riserva naturale si trovano diverse proposte, itinerari e visite in ogni stagione dell’anno.

Il Parco racchiude in sé tre diversi gruppi montuosi: la catena del Gran Sasso d’Italia, il massiccio della Laga, i Monti Gemelli. Il panorama è caratterizzato della vetta più alta dell’Appennino, il Corno Grande (2912 metri). Inoltre, su questa catena è presente l’unico esemplare di ghiacciaio appenninico. Il Calderone, questo è il suo nome, è il più meridionale d’Europa.

La Catena del Gran Sasso ricorda la roccia tipica delle Dolomiti con vette importanti, pendii molto ripidi e moltissimi percorsi in alta quota da dove è possibile vedere il Mare Adriatico, il Tirreno e una vasta parte dell’Italia centrale.

I Monti della Laga hanno diversamente un aspetto più dolce e ondulato. Sono attraversati da moltissimi corsi d’acqua che si alternano tra boschi di abete, faggio e betulla.

Su tutto il territorio è molto forte la presenza dell’uomo che si integra perfettamente con la natura. Ancora oggi sono visibili diversi borghi medievali di rilevanza storica che conservano inalterato l’aspetto originario.

La flora del parco è composta di circa 2000 specie tra piante, fiori e alberi. La fauna gode invece della presenza del camoscio d’Abruzzo, dei cervi, dei caprioli e del lupo appenninico, oltre a tanti rapaci come l’aquila reale, il falco pellegrino e il gufo reale.