Adrenalina tra terra e mare

Abruzzo tra terra e mare Giulianova Hotel Cristallo

Per chi, durante il proprio soggiorno all’Hotel Cristallo di Giulianova, volesse prendersi una pausa dal relax. No, non si tratta di un gioco di parole, ma è un dato di fatto che a poche decine di chilometri di distanza si possono fare esperienze che esulano dall’ordinario.

Terra: il Parco Avventura Martinsicuro

Si sa, i bambini si annoiano facilmente, a volte hanno un incessante bisogno di sfogare la propria energia, e, perfino in vacanza al mare, secchiello e paletta non sempre bastano. Non c’è da preoccuparsi perché il litorale abruzzese ha una soluzione anche per questo. Con meno di mezzora di viaggio da Giulianova, si ha la possibilità di trascorrere dei momenti di puro divertimento all’aperto con tutta la famiglia. Infatti, in una pineta tra le colline di Martinsicuro, si trova il primo parco avventura della costa abruzzese con vista panoramica sul mare. Il parco offre quattro percorsi di diversa difficoltà pensati per soddisfare la voglia di adrenalina di bambini e adulti, in piena sicurezza.

Ma non è tutto. Si possono anche praticare il tiro con l’arco, l’arrampicata, il volo sulla teleferica o più semplicemente intrattenersi nel parco giochi o passeggiare un dei due sentieri immersi nella natura. Essendo aperto per tutta la stagione estiva, dalle 10 alle 18:30, ogni giorno è quello giusto per passare del tempo con la propria famiglia, in un modo un po’ più avventuroso del solito.

Mare: lo snorkeling tra fauna e cultura

A circa trenta minuti di macchina da Giulianova, nel comune di Pineto, c’è un’area marina protetta che si estende per 7km di territorio e per 3 miglia nautiche dalla costa, chiamata Torre del Cerrano. L’omonima torre che vi risiede, è stata costruita nel 1568 ed è una delle poche rimaste appartenente alla fitta rete di fortificazioni costiere volute dal Regno di Napoli per respingere i frequenti attacchi marittimi di turchi e saraceni. Al suo interno, oltre alla biblioteca e all’info-point, si trova il Museo del Mare in cui il visitatore può esplorare l’ambiente marino dell’Adriatico. A ogni piano un livello del mare, dai fondali alla superficie dalla quale emergere una volta arrivati alla terrazza panoramica del seconde e ultimo piano.

Ciò che rende quest’area protetta, ulteriormente speciale, è l’antichissimo tesoro che conserva. A poche centinaia di metri dalla costa, proprio di fronte alla torre, le acque del mare hanno nascosto per secoli un sito di importanza archeologica: le rovine di un porto romano, appartenente alla città di Hadria, l’odierna Atri.

Essendo collocato in prossimità della via Cecilia, una diramazione della Salaria che collega Roma con l’Adriatico, passando per L’Aquila e Atri, la posizione del porto era strategica. All’epoca, la sua destinazione d’uso era principalmente commerciale poiché fungeva da meta di scalo di navi cariche di cereali dalla Puglia e dalla Sicilia e luogo di carico di vini locali diretti verso la Grecia, come testimoniano gli storici Plinio, Strabone e Sorricchio.

La buona notizia è che dal 2014, grazie al grande successo dell’iniziativa “Sbriciando nel blu”, chiunque lo desideri può letteralmente immergersi nella scoperta di questa antichissima testimonianza. Basta contattare il personale della Torre del Cerrano per prenotare una visita guidata del porto sommerso e della fauna del posto. Si tratterà di vero e proprio snorkeling a pochi metri di profondità, con l’ausilio di pinne, maschera e boccale.

Chi è pronto per un vero e proprio tuffo nella storia?

Dunque, se si ha voglia di riempire la memoria di esperienze uniche tra terra e mare, e di uno speciale viaggio nel tempo, senza rinunciare al relax, l’Hotel Cristallo a Giulianova è la scelta migliore per una vacanza insolita.

Leave your comment